Come installare autonomamente lo scaldabagno elettrico

L’installazione di uno scaldabagno elettrico può sembrare complicata. La prima domanda che ci viene in mente  e che molti si pongono, prima di dover iniziare l’installazione, è quale sia il posto più appropriato per uno scaldabagno elettrico. In genere questo tipo di articolo viene montato in bagno o in cucina,infatti su questo puoi leggere il nostro articolo a riguardo.

In realtà non ci sono leggi o regole precise che stabiliscono che solo queste due possono essere le opzioni, ma una considerazione intelligente da fare è sicuramente quella di optare per ambienti con la predisposizione delle utenze idriche ed elettriche, come bagno o cucina, in modo tale da evitare sprechi di energia.

Il posizionamento strategico dello scaldabagno elettrico è solo uno dei consigli applicabili per evitare sprechi di energia.

Per l’altro ambiente consigliato, ovvero la cucina, bisogna dire che la cucina è l’ambiente luogo dove si trascorre più tempo in casa. Di certo è il luogo dove c’è la maggior concentrazione di elettrodomestici a consumo di energia. 

Come preparare l’installazione

Una volta stabilito dove posizionare lo scaldabagno elettrico è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • fissare i ganci-perno che faranno da sostegno allo scaldabagno elettrico.
  • assicurarsi di ritrovarsi alla giusta distanza sia dall’attacco dell’acqua che dalla presa elettrica
  • assemblare i collegamenti idrici: infatti a tal proposito, è indispensabile collegare l’attacco a muro dell’acqua (femmina) all’ingresso dello scaldabagno (maschio), tramite flessibili acqua. È possibile anche prevedere un rubinetto sull’attacco dell’acqua fredda, in modo tale da controllare o arrestare l’ingresso dell’acqua
  • installare una valvola di sicurezza per garantire il “non ritorno” dell’acqua e quindi l’unidirezionalità del flusso, o fronteggiare gli sbalzi di pressione dell’acquedotto e favorire l’eventuale svuotamento.

Il collegamento spina-presa viene effettuato direttamente dallo scaldabagno alla presa elettrica. Si tratta di un passaggio molto delicato, che va eseguito solo dopo aver riempito d’acqua l’apparecchio. In caso contrario, la resistenza potrebbe immediatamente bruciarsi. A questo punto si procede con l’apertura dei rubinetti e miscelatori dell’acqua calda per favorire lo svuotamento d’aria ed il riempimento della serpentina di accumulo acqua, una volta aperte le saracinesche principali.

È giunto il momento di procedere con l’apertura dei rubinetti e miscelatori dell’acqua calda per favorire lo svuotamento d’aria ed il riempimento della serpentina di accumulo acqua, una volta aperte le saracinesche principali.

Guida all’acquisto dello scaldabagno elettrico

Dopo aver visto che è possibile procedere anche in maniera veloce e semplice all’installazione, è tempo di capire quale scaldabagno elettrico può fare al caso tuo.

Infatti, a questo proposito puoi leggere il nostro articolo “Scaldabagno elettrico: guida alla scelta” per avere un’idea ancora più chiara o visitare direttamente le nostre Collezioni se hai già in mente la tipologia di articolo da acquistare.

Scaldabagno elettrico

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati