Come pulire il tuo scaldasalviette elettrico

Lo scaldasalviette è un complemento d'arredo molto popolare nei bagni da mantenere sempre igienizzato e pulito. La manutenzione ordinaria degli scaldasalviette non serve solo per preservarne la loro resa termica ma anche per mantenere in casa una buona qualità dell’aria, soprattutto per evitare allergie e se si soffre di problemi respiratori.

Gli scaldasalviette elettrici, disponibili in tante versioni sul nostro e-commerce, sono un elemento non solo esteticamente di tendenza, ma anche molto funzionale.

Infatti questi elementi di termoarredo bagno, non servono solo per riscaldare gli asciugamani ma anche l’ambiente stesso: sono adatti a qualsiasi spazio e molto pratici. 

Esistono sia modelli free-standing,  ideali per ambienti senza particolari vincoli di spazio e di facile utilizzo e che hanno il vantaggio di essere trasportabili dal bagno alla cucina, sia modelli pieghevoli che prevedono anche una comoda funzione stendibiancheria. 

I modelli stendi e asciugabiancheria sono molto funzionali, in quanto permettono di avere tre prodotti in uno. Grazie ai pannelli basculanti lo scaldasalviette può trasformarsi da elemento riscaldante a pratico stendino asciuga biancheria.  

Ma come essere efficienti nella pulizia senza bisogno di troppi detersivi o olio di gomito? Ecco qualche semplice, ma efficace, consiglio e tutti i passaggi da seguire per una pulizia in totale sicurezza:


  1. Raffreddare lo scaldasalviette: prima di procedere alla pulizia, è necessario scollegare lo strumento dalla presa di corrente per evitare qualsiasi rischio
  2. Rimuovere la polvere: la pulizia di uno scaldasalviette non avviene spesso, per questo è importante eliminare tutta la polvere accumulata col tempo. Questa operazione viene solitamente effettuata tramite un’apposita spazzola facilmente reperibile in commercio.
  3. Pulire la superficie: per svolgere questa operazione è possibile munirsi di una scopa a vapore. Il vapore è sicuramente l’elemento ideale per igienizzare efficacemente le superfici
  4. Passare lo sgrassatore: è possibile concludere in modo accurato la pulizia con uno sgrassatore diluito con acqua

Come togliere accuratamente la polvere

Il secondo e il terzo sono sicuramente i passaggi fondamentali per una pulizia perfetta dello scaldasalviette. Per eliminare la polvere, è possibile utilizzare l’aspirapolvere che, attraverso l’apposito beccuccio, vi aiuterà a raggiungere anche i punti più difficili.

In alternativa all’aspirapolvere, adoperate un phon. Per catturare la polvere sarà sufficiente sistemare uno straccio bagnato dietro il calorifero e un altro sul pavimento e poi azionare il getto d’aria fredda del phon: così facendo lo sporco andrà a depositarsi direttamente sul panno umido.

Un’altra soluzione potrebbe essere quella della scopa a vapore: questa vi permetterà non solo di rimuovere la polvere ma anche di eliminare eventuali macchie e prevenire la formazione di muffe.

Per eliminare i piccoli residui di polvere si possono utilizzare un piumino o una spazzola cattura polvere.

Come lavare il tuo scaldasalviette

Una volta conclusa la rimozione della polvere è il momento di procedere con il lavaggio. 

Per l’igienizzazione è possibile utilizzare uno sgrassatore o una miscela a base di acqua e sapone di marsiglia liquido (ne basteranno 2 o 3  cucchiai) ed aiutarsi con l’aiuto di una spugna. Una volta risciacquato il tutto, passate un panno morbido.

Come mantenere puliti gli scaldasalviette

Per evitare l’accumulo di polvere e mantenerli sempre puliti, è buona abitudine spolverarli con un panno in microfibra o un panno cattura polvere periodicamente. 

Vuoi scoprire tutta la collezione scaldasalviette Ewarm? Clicca qui

 

Scaldasalviette elettrici

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati