Impatto ambientale: il decalogo delle buone abitudini

Il lockdown causato dal Covid-19 e le restrizioni che ci hanno impedito di uscire e rimanere in casa, potrebbero rivelarsi un'opportunità per fare il punto sul proprio stile di vita al fine di cambiare le abitudini e ridurre il proprio impatto sull'ambiente.

Ecco quindi una lista di 10 suggerimenti per una vita più eco-sostenibile:


1. Confrontare i fornitori di energia

Avete un abbonamento per il gas o l'elettricità ma avete già confrontato le offerte dei diversi fornitori? Alcuni offrono tariffe molto competitive, spesso superiori a quelle regolamentate. Tuttavia, assicuratevi di controllare gli eventuali costi aggiuntivi e il periodo di garanzia del prezzo. Potete confrontare le tariffe utilizzando la tabella che riporta il prezzo dell'abbonamento e il prezzo per kWh. Inoltre, controllare i servizi offerti, come gli strumenti di gestione dell'energia. Infine, ma non meno importante, un punto importante è l'origine dell'energia.

2. Passare al riscaldamento elettrico

Il riscaldamento elettrico oggi conviene per risparmiare sulla bolletta ma anche per orientarsi verso soluzioni green a basso impatto ambientale che consentono di ridurre i consumi con un occhio di riguardo per l’ambiente. Sulla nostra collezione Ewarm potrete trovare tantissimi prodotti elettrici, come radiatori, scaldasalviette, scaldabagni, asciugamani e climatizzatori senza unità esterna.

3. Migliorare l'illuminazione

Per ridurre il più possibile il costo sulla bolletta, iniziate a dare priorità all'illuminazione naturale: pulite le finestre, aprite tende e persiane, sistemate i mobili in modo da non limitare l'illuminazione e sfruttatela al massimo. Successivamente, scegliete un'illuminazione artificiale ad alta efficienza energetica con lampadine a LED adatte. Sceglierete la loro potenza in base al loro utilizzo, facendo riferimento alla quantità di luce emessa. Infine, approfittate del tempo libero per pulire le lampadine. Meno polvere, più luce!

4. Tenere traccia dei consumi

Al momento utilizziamo molti apparecchi elettrici, la maggior parte dei quali è in standby. Ma anche in modalità standby continuano a consumare energia, e anche molta, poiché rappresentano fino al 70% del consumo complessivo. Computer, televisori, caricabatterie con trasformatore, sistemi hi-fi, console di gioco, decoder... Non metterli in standby, ma spegnerli completamente o installare ciabatte con interruttori.

5. Adottare piccoli gesti nella vita di tutti i giorni

Spegnere la luce dove non è necessaria è sicuramente uno dei gesti di vita quotidiana che riducono sia l’impatto ambientale che quello in bolletta. Mettete un coperchio sulla padella durante la preparazione dei pasti: il vapore acqueo accumulato aumenta la pressione e accelera la cottura. Anche le microonde sono preferibili ai piani cottura elettrici, quando possibile: sono più efficienti dal punto di vista energetico. Altre azioni che riducono il consumo di energia elettrica: scongelare regolarmente il frigorifero e decalcificare la lavatrice!

6. Risparmiare acqua

Preferite la doccia (15 litri/minuto) alla vasca da bagno (200 litri). E siate ragionevoli sulla sua durata! Una doccia di 15 minuti è in realtà più dispendiosa di un bagno... Naturalmente, non lasciate scorrere l'acqua mentre vi lavate i denti, vi lavate le mani o il sapone. Raccogliere l'acqua piovana per innaffiare le piante o lavare il terreno. 

7. Ridurre i rifiuti

Fate un bilancio dei vostri consumi e di ciò che potete cambiare. Ridurre il sovraimballaggio passando, ad esempio, a prodotti sfusi. Organizzate il vostro stoccaggio all'ingrosso con barattoli etichettati. Fornire contenitori riutilizzabili (borse, totebag, ecc.).

8. Creare una compostiera

Per andare oltre nella riduzione dei rifiuti, avviate un concime in cui getterete le vostre bucce, i fondi di caffè, i gusci d'uovo, le foglie e i fiori sbiaditi, il pane avanzato, il tè sciolto... La materia organica creata sarà un ottimo fertilizzante per le vostre piante.

9. Pulire in modo ecologico

Ordina i prodotti per fare posto solo a prodotti ecologici per la casa realizzati con materie prime 100% vegetali. E’ consigliabile ad esempio, utilizzare prodotti fatti in casa che fungano da detersivi.  

10. Consultare le istruzioni per l'uso

Infine, consultare le istruzioni per l'uso dei vostri apparecchi. Molti di loro hanno programmi diversi, comprese le modalità "eco". Potrete quindi accedere alla tabella dei consumi di ciascuno e scegliere così l'operazione più economica.

Sei alla ricerca di un prodotto eco-friendly per il tuo comfort domestico? Consulta le nostre offerte e il nostro vasto catalogo e scegli la soluzione su misura alle tue esigenze!



EcosostenibileImpatto ambientaleRiscaldamento elettrico

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati