8 trucchi per mantenere fresca la casa in estate

Quanto abbiamo sognato questo momento: sole, caldo e mare, ma la bella stagione porta con sé anche l’effetto afa, da cui è utile capire come proteggersi adottando qualche piccolo consiglio in casa.

1. Non aprire le finestre di giorno

Con l’aumento delle temperature un errore che spesso si compie è quello di spalancare le finestre o tirare su le tapparelle durante il giorno. A volte si pensa che in questo modo circoli aria, ma così non accade. E’ molto importante non cedere a questa tentazione anche perchè ci si ritroverebbe solo un ambiente ancora più rovente. Meglio quindi lasciare circolare l’aria nelle ore notturne o la mattina molto presto.

2. Mettere le piante sul balcone

Le piante rampicanti o le piantine poste sul terrazzo di casa aiutano a donare un effetto rinfrescante poiché proteggono dai raggi solari facendo proprio da schermo. Un ulteriore suggerimento ci viene dato dalle tende, possibilmente di colore chiaro, che possono essere lasciate aperte per tutta l’esposizione solare.

3. Evitare l’umidità

In estate l’umidità non è salutare per la casa: a parte la formazione di muffa e batteri, produce anche una maggiore sensazione di calore. Per questo è preferibile fare la doccia durante le ore meno calde e non lasciare indumenti o asciugamani bagnati in bagno o in casa. L’inverno, invece, possiamo utilizzare uno scaldasalviette che permette non solo di riscaldare l’ambiente, ma anche di asciugare gli indumenti, evitando quindi umidità e l’effetto cappa.

4. Cucinare cibi freddi e freschi

Con il caldo è consigliabile consumare cibi freddi come insalate, verdure crude, non solo per mantenere la temperatura corporea stabile ed evitare quindi affanni, ma anche per non accendere fuochi e forni, che andrebbero ovviamente ad aumentare la temperatura in casa.

5. Spegnere le luci

Le luci contribuiscono ad aumentare il livello di temperatura, ecco perché un consiglio da tenere a mente è quello di spegnerle ove possibile e quando non ci servono più realmente. Oltre alle luci in casa, è bene farlo anche con dispositivi elettrici ed elettronici, tenendoli accesi solo per tutta la durata di utilizzo.

6. Elettrodomestici: sì, ma utilizzarli in modo intelligente

Accendere il phon o il forno è consentito in estate, ma meglio se nelle ore più fresche, riducendo al massimo il loro consumo. Sì sa che gli elettrodomestici aumentino il livello di temperatura negli ambienti domestici..quindi meglio non ritrovarsi un “forno” al posto di una casa!

7. Utilizzare un climatizzatore 

Fare uso del climatizzatore vi aiuterà a rinfrescare l’ambiente eliminando il tasso di umidità presente. Attenzione però a non regolare il termostato a temperature troppo fredde che vi porterebbero ad essere soggetti a influenze. È sufficiente una temperatura ambiente pari a 24 gradi. In questo caso è possibile valutare l’idea di un climatizzatore senza unità esterna e regolabile anche da remoto. 

8. Evitare gli sbalzi di temperatura

Cercare di mantenere una temperatura costante è importantissimo. Passare dal caldo al freddo è controproducente perché si rischia di ammalarsi. Anche fare una doccia troppo fredda, spesso può portare il corpo in ipotermia o sbalzi di temperatura.

Se si hanno in casa anziani o persone affette da patologie è fondamentale cercare di rendere la temperatura della loro camera il più fresca possibile, garantendo il ricambio d’aria e assicurandosi di non coprirli troppo.

Attenendosi a questi piccoli trucchetti è possibile evitare il classico effetto sauna e vivere un’estate più serena e senza patire eccessivamente il caldo!




EstatePompa di caloreZone climatiche

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati